Delivery: tendenza gastronomica del 2022

Che con la pandemia la consegna avrebbe vissuto un «boom», c’era da aspettarselo. Quello che forse era meno prevedibile è che la consegna a domicilio sarebbe diventata la grande tendenza gastronomica del 2022 e, a quanto pare, è qui per restare. Quella che era nata come una necessità nel settore della ristorazione (con i locali chiusi per le restrizioni, dovevano riuscire a sopravvivere) è ora un business in crescita. E la prova è che non troviamo più solo le solite proposte, ma ora anche chef riconosciuti con diverse stelle Michelin si uniscono alla consegna. Si può dire che il food delivery sta vivendo la sua particolare età dell’oro.

Uno dei primi a fare il passo è stato lo chef Dabiz Muñoz, che con GoXo ha deciso di portare le sue creazioni a domicilio. Chiunque può ordinare a casa uno dei suoi piatti e, seguendo alcune semplici istruzioni di preparazione, giocare a essere il miglior cuoco del mondo. Anche il ristorante danese Noma, attualmente considerato il miglior ristorante del mondo, si è unito al delivery con un servizio di hamburger gourmet, che possiamo gustare tranquillamente a casa senza nemmeno toglierci le ciabatte.

POPL è il nuovo progetto di consegna hamburger del gruppo Noma

 

Gli chef Paco Roncero e Ramón Freixa hanno aperto quest’anno un’attività specializzata in hamburger, un classico del delivery, in cui spiccano il «XXL Cheek Burger» o il «Four-Cheese Burger». Ciò nonostante non rinunciano a proporre i classici della gastronomia spagnola, come la coda alla vaccinara, le crocchette o l’insalata russa, e alcuni piatti innovativi come i «Filipinos» di foie gras con cioccolato bianco e cardamomo o il rotolo di avocadi alla griglia.

Con due stelle Michelin ciascuno, Paco Roncero e Ramon Freixa hanno aperto il proprio delivery

 

Rinomati chef, specializzati in cibo messicano o giapponese, offrono antipasti di alta cucina in formato delivery. Ma se c’è un servizio di delivery che si distingue per la sua originalità, è quello lanciato di recente dal famoso chef spagnolo Dani García, che ha collaborato con tre famosi YouTuber, El Rubius, Vegetta e Willyrex, per lanciare una nuova linea di cibo ispirato al mondo dei videogiochi. Si può ordinare a domicilio da una pizza quadrata nel più puro stile Minecraft, ad un «Gelato di unicorno», di lampone, di caramelle frizzanti e con un corno di cioccolato.

El Rubius (nel mezzo) con lo chef Dani García (destra)

 

Anche se tutti speriamo che i restrizioni di capienza nei bar e nei ristoranti finiscano per sempre, è anche vero che provare nel proprio salotto un menù degustazione del miglior chef del mondo è divertente. E anche se sappiamo già che non si può portare a domicilio tutta l’esperienza di un ristorante di questo livello, si può almeno prenderne parte al gusto.

Imballaggio multiuso da asporto e delivery di García de Pou

 

Ma affinché l’esperienza sia completa, è importante che i loro gustosi piatti inizino a conquistarti non appena varchino la porta di casa. Ecco perché di solito vengono presentati con un packaging spettacolare e questa è, senza dubbio, una delle chiavi del loro successo. L’aumento del delivery non sta solo avvicinando l’alta cucina a un pubblico più ampio, ma sta anche valorizzando allo stesso modo contenuto e contenitore. Ne è una prova che questa è un’altra delle tendenze gastronomiche dell’anno. I consumatori non sono più preoccupati solo dell’impatto ambientale dei prodotti che consumano, ma anche del fatto che l’imballaggio in cui arriva il cibo sia «eco-friendly», ovvero riciclabile, sostenibile e, ovviamente, ecologico.

Post Precedente Prossimo Post

Ti potrebbe piacere anche

Non ci sono commenti

Lascia un Commento